Home

Ultimamente, e quasi sempre, i marchi creati dalle e per le istituzioni vengono male. Brutte idee, realizzate peggio. Forse il nuovo marchio del Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, dal punto del design e dell’estetica, non farà eccezione ma (almeno) è un’idea interessante. In fondo è una possibile applicazione di un’immagine non coordinata. ovvero contrariamente al dogma del marchio unico e (quasi) immodificabile costruisce l’identità visiva intorno ad un principio creativo. Definisce il processo produttivo è non il risultato.

Il nuovo marchio del MAXXI è costituito da due sole lettere MA mentre le tre seguenti sono possibili variazioni di uno stesso principio costruttivo.

Ogni volta uguale, ogni volta diverso.

Per approfondire:

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...